Associazione Italiana Volontari Stay Behind

Stay Behind, l’ultima Linea di Difesa, la Prima Linea di Resistenza della Democrazia e delle sue Istituzioni.
Abbiamo dato all’Italia parte della nostra vita per mantenere il nostro Paese al sicuro.

L’Associazione intende riaffermare, difendere e diffondere le motivazioni ideali che, nel culto delle tradizioni patrie e nella fedeltà ai principi di libertà, di giustizia, di pluralismo democratico, ispirarono la volontaria e gratuita adesione degli appartenenti civili alla disciolta organizzazione militare speciale dipendente dallo Stato Maggiore della Difesa.

Ultime notizie

Il biennio terribile 1992/1993

20 Giugno 2022

News

Articolo di Maurizio Gatti Nel 1992 Totò Riina, il capo dei Corleonesi, ha il totale controllo di cosa nostra siciliana, e non solo. La strategia iniziata negli anni “sessanta” da Luciano Leggio e portata avanti, dopo il suo arresto a Milano nel 1974, da RIINA Salvatore (u curtu) e da PROVENZANO Bernardo (Binnu u tratturi) […]

I patrioti della Stay Behind. La nostra storia. Silendo Libertatem Servo.

News

Renzo, un eroe italiano. I patrioti della Stay Behind non cercano visibilità per sé quindi chiedono di essere citati per nome, esattamente come facevano durante la loro attività svolta al servizio della Repubblica, pronti a difenderla anche con le armi! RENZO, classe 1949 Iscritto all’Associazione Italiana Volontari Stay Behind dalla fondazione e membro del Consiglio […]

Mafia, Camorra, ‘Ndrangheta, Cosa nostra, Onorata Società… una storia

17 Aprile 2022

News

Articolo di Maurizio Gatti (continua dall’articolo precedente) La mafia nel primo dopoguerra si dedicò a combattere contro i partiti della sinistra e i sindacalisti. Moltissime furono le vittime di questa strategia, l’episodio più famoso avvenne il 1° maggio 1947 a Portella della Ginestra, nel comune di Piana degli Albanesi, la banda Giuliano sparò con una […]