L’attacco di Hamas è stato un fallimento dell’intelligence israeliana su molteplici fronti. È stata anche un’operazione militare da manuale.

Il violento successo dell’attacco di Hamas su Israele, senza che i loro piani fossero rivelati, è stato accompagnato dall’incredibile fallimento dell’intelligence israeliana a tutti i livelli. L’assalto via terra, mare e aria dell’ 7 ottobre ha causato almeno 800 morti in Israele e deve aver richiesto mesi di pianificazione.
Gli ufficiali sono in uno stato di shock per il fatto che una così significativo aggregato militare da parte del movimento islamico che controlla Gaza sia sfuggita alla loro attenzione. Questo sarà sicuramente oggetto di molteplici indagini una volta che i combattimenti a Gaza saranno terminati. Ma è già chiaro che i fallimenti sono avvenuti in due forme: uno nella raccolta di informazioni e l’altro nell’interpretazione di tali informazioni.

Per leggere l’articolo completo e le altre news aderisci all’associazione Stay Behind.

Archivio notizie