SULL’UTILITA’ E IL DANNO DELLA STRATEGIA PER LA GUERRA di Virgilio Ilari

Nel linguaggio corrente “strategia” indica più o meno una visione prospettica e un piano d’azione, a carattere generale e prolungato nel tempo, per raggiungere uno scopo complesso. Il termine ricorre pure nelle scienze aziendalistiche, dove indica la filosofia generale (ossia la coerenza tra gli scopi e l’allocazione delle risorse) che dovrebbe informare la pianificazione a lungo termine da parte delle imprese. E’ stato inoltre mutuato, con significati specifici e univoci, dalla matematica finanziaria (“odds-algorithm” o “odds-strategy” come metodo per l’ottimizzazione della tempistica), dalla programmazione computazionale (“strategy pattern” o “policy pattern”) e dalla teoria dei giochi “non-cooperativi” (come i giochi “a somma zero”), dove “strategia” indica l’insieme di regole che ciascun giocatore, indipendentemente dall’avversario, può scegliere fra varie opzioni.


Per leggere l’articolo completo e le altre news aderisci all’associazione Stay Behind.

Archivio notizie