Estratto del verbale Consiglio Direttivo del 20/11/2010

Consiglio Direttivo riunitosi a Pordenone
Presenti Consiglieri

n. 7

 

1 - Approvazione del verbale della seduta precedente.

Si prende atto della precisazione che sia la cerimonia Specogna sia la gara di tiro a segno sono state organizzate dal Gruppo ANA di Cividale, con il supporto logistico della nostra Associazione.

Il verbale viene approvato all’unanimità.

2 - Aggiornamento sul Convegno di Roma.

Vengono fissate alcune regole per normalizzare gli interventi dei vari consiglieri durante le riunioni.

Chiarito che il gen. Inzerilli è stato delegato dall’Associazione ad organizzare il convegno, si concordano alcune modifiche alla bozza di programma prospettata, per quanto concerne sia l’intestazione sia gli argomenti sia la loro scaletta.

3 - Relazione del Presidente f. f. per il Convegno di Roma.

L’argomento viene rinviato al prossimo Consiglio, in attesa di probabili novità, stante anche il clima politico che si sta delineando.

4 - Esame e deliberazione delle domande di ammissione giacenti in segreteria.

Si delibera di accogliere le domande di iscrizione di n° 7 soci aggregati.

5 - Collegio Sindaci Revisori : sostituzione di Bortolameolli. 

Il Consiglio ratifica la decisione del Collegio dei Sindaci-revisori di nominare presidente Zazza Paolo.

6 - Rimborsi per partecipazione ai direttivi.

 Si decide di mantenere invariati gli attuali importi dei “contributi” spese, quali deliberati anni orsono.

7 - Delegati di Zona.

Quasi tutte le Regioni sono “coperte”. Si decide di mantenere contatti più stretti con i delegati di zona.

8 - Portavoce dell’Associazione.

Ribadendo quanto deliberato in passato, il Consiglio conferma che il portavoce debba essere il presidente, o suo eventuale delegato.

9 - Borsa di studio.

Si delibera la composizione della commissione esaminatrice delle domande pervenute per l’anno accademico 2008/2009 e si delibera che la borsa di studio non venga rinnovata dal 2009/2010 incluso.

10 - Varie ed eventuali.

Il Direttivo non apprezza la creazione e la gestione del nuovo sito internet denominato Centro Studi Gladio e se ne dissocia decisamente